1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
  1. URP
  2. F.A.Q.
  3. Mappa
Contenuto

PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE

"Sorella Acqua"

 

"L'acqua potabile e pulita rappresenta una questione di primaria importanza, perché è indispensabile per la vita umana e per sostenere gli ecosistemi"
"Ci sono luoghi che richiedono una protezione particolare per la loro enorme importanza per l'ecosistema"
(da enciclica sul Creato di Papa Francesco, 18 giugno2015)
Anno Scolastico 2015 - 2016


"Sorella Acqua"


Il progetto"Sorella Acqua"intende avvicinare i giovani al ruolo primario che l'acqua svolge per la conservazione della vita sul pianeta. Scoprire, conoscere e imparare a tutelare le risorse idriche.
L'acqua non più come un "nemico" da arginare, ma come elemento primario per il pianeta Terra.

  1. Gli obiettivi del progetto
  2. A chi è rivolto il progetto
  3. Come si articola il progetto
  4. Il concorso
  5. Modalità di partecipazione al concorso
  6. Elenco vincitori
locandina

fogliolina


Gli obiettivi del progetto
 
"SorellaAcqua" vuole essere un' iniziativa volta a concretizzare reti di scuole che approfondiscanolo studio e la ricerca sul campo del ciclo dell'acqua,  degli ecosistemi e dell'ambiente naturale e ciò che maggiormente ne costituisce una minaccia, al fine di realizzare attività di tutela delle risorse idriche in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato.
I giovani, con il personale forestale degli UTB, effettueranno attività sul campo legate al grave problema del dissesto idrogeologico e come, attraverso opere di ingegneria naturalistica e forestale è possibile prevenire e "curare"il danno ambientale.

Le scuole aderenti al progetto avvieranno una serie di iniziative di educazione ambientale finalizzate a sensibilizzare i giovani all'importanza dell' acqua, dei boschi  e della biodiversità e scopriranno come una corretta gestione del territorio può prevenire alluvioni,disseto idrogeologico e aumentare le risorse idriche.

"Sorella Acqua" intende anche:

 
  • legare i giovani al proprio territorio per  farlo conoscere e rispettare, attraverso la conoscenza degli ecosistemi e dell'ambiente naturale;
  • scoprire, conoscere e tutelare il territorio, l'acqua e le risorse idriche;
  • apprendere come un paesaggio sia l'interazione tra ecosistemi, natura e storia di un luogo; iniziare a percepire il "genius loci" e a prenderne consapevolezza;
  • connettere i giovani alla realtà e al legame forte che esiste tra deterioramento dell'ambiente, scarsità di acqua e povertà umana.

casetta


A chi è rivolto il progetto
 
Il progetto coinvolge le scuoleprimarie (classi terza, quarta e quinta), secondarie di primo e secondo gradoche collaboreranno,nell'attuazione degli interventi educativi, con il personale del Corpo Forestale dello Stato ed in particolare con quello degli UfficiTerritoriali per la Biodiversità specificatamente formato nel settore dell' Interpretazione della natura.
Verrà data priorità di partecipazione alle scuole che operano in contesto sociale disagiato e alle classi con alunni disabili.

 

casetta


Come si articola il progetto
 
Le scuole aderenti all'iniziativadovranno individuare sul proprio territorio un ambiente naturale dove sia presente l'elemento acqua. Partendo dall'area individuata effettueranno ricerche sul campo, studi e attività pratiche al fine di scoprire, conoscere e tutelare la risorsa acqua.
Il personale del Corpo Forestale dello Stato sarà disponibile per supportare le attività sia attraverso interventi in aula, sia con visite e attività presso gli ambienti naturali.
Gli alunni, sensibilizzati all'importanza dell'acqua, della natura e della biodiversità, potranno svolgere un ruolo attivo nella salvaguardia del patrimonio ambientale e naturalistico.

Contenuti

Biodiversità, ecosistemi naturali,storia del paesaggio,suolo, ciclo dell'acqua.

Metodoeducativo:interpretazione naturalistica,piacevole ed interessante, organizzata e con messaggi speciali. Coinvolgimentodella dimensione emotiva, pratica e cognitiva.

 

scoiattolo satilizzato


Il concorso
 Le scuole dovranno produrre un elaborato che sia un efficace mezzo di comunicazione per proteggere l'acqua (ad esempio: spot, articolo stampa, canzone, mostra,ecc).
Gli elaborati saranno valutati dauna apposita commissione che sceglierà, con giudizio insindacabile, il lavoromigliore, uno per ogni categoria di scuola.
Alle prime tre classi vincitriciverranno offerti i seguenti premi:
Scuola primaria: omaggi forestali e festa di premiazione in una Riserva Naturale;
Scuola secondaria di primo e secondo grado: soggiorno naturalistico in una Riserva Naturale CFS.

 

foglioline stilizzate


Modalità di partecipazione al concorso
 
La scuola che vuole partecipare alprogetto, individua una classe o un gruppo interclasse di massimo 30 alunni,compila il modulo di adesione al progetto che verrà trasmesso dagli UTB.
Ogni Istituto scolastico può partecipare al progetto con massimo tre classi e/o gruppi interclasse.

 

Condividi su:
Seguici su: