1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
  1. URP
  2. F.A.Q.
  3. Mappa
Contenuto

PROGETTO DI EDUCAZIONE ED INTERPRETAZIONE AMBIENTALE

Incontri Selvatici

 

“Cos’è l’uomo senza gli animali?
Se tutti gli animali scomparissero
l’uomo morirebbe di una grande solitudine di spirito.
Poiché qualunque cosa capiti agli animali,
presto capita anche all’uomo.”

Capo pellerossa Sealth

 
 

Anno Scolastico 2016 – 2017

Il progetto “Incontri Selvatici” intende avvicinare i giovani al ruolo primario che la Biodiversità svolge per la conservazione della vita sul pianeta. Scoprire, conoscere e imparare a tutelare gli animali che abitano boschi, foreste, montagne, ambienti costieri, ma anche i centri abitati e le città!
La fauna selvatica non come un “nemico” da cui prendere le distanze, ma un anello importantissimo negli ecosistemi, da conoscere e tutelare.

  1. Gli obiettivi del progetto
  2. A chi è rivolto il progetto
  3. Come si articola il progetto
  4. Il concorso
  5. Modalità di partecipazione al concorso
locandina

fogliolina


Gli obiettivi del progetto

 
"Incontri selvatici " vuole essere un iniziativa volta a concretizzare reti di scuole che approfondiscano lo studio e la ricerca sul campo,  degli ecosistemi e della biodiversità e ciò che maggiormente ne costituisce una minaccia, al fine di svolgere attività di tutela della fauna selvatica sempre più minacciata e poco conosciuta, in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato.

I giovani, con il personale forestale degli Uffici territoriali per la Biodiversità, effettueranno attività sul campo per scoprire la fauna selvatica presente sul territorio, spesso misconosciuta, e diventare attori nella tutela delle specie.

“Incontri selvatici” intende anche:

 
  • legare i giovani al proprio territorio per  farlo conoscere e rispettare, attraverso la conoscenza della fauna selvatica, degli ecosistemi e della biodiversità;
  • scoprire, conoscere e tutelare la fauna selvatica;
  • connettere i giovani alla realtà e al legame con il territorio e scoprire che esiste una connessione tra deterioramento dell’ambiente, scomparsa delle specie animali e povertà umana.

casetta


A chi è rivolto il progetto

 
Il progetto coinvolge le scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado  che collaboreranno, nell’attuazione degli interventi educativi, con il personale del Corpo Forestale dello Stato ed in particolare con quello degli Uffici Territoriali per la Biodiversità specificatamente formato nel settore dell’Interpretazione della natura.

Verrà data priorità di partecipazione alle scuole che operano in contesto sociale disagiato e con alunni disabili.

 

casetta


Come si articola il progetto


Le scuole aderenti all’iniziativa dovranno individuare sul proprio territorio un ambiente naturale dove siano presenti animali selvatici. Partendo dall’area individuata effettueranno ricerche sul campo, studi e attività pratiche al fine di scoprire, conoscere e tutelare la fauna selvatica.
Il personale del Corpo Forestale dello Stato sarà disponibile per supportare le attività sia attraverso interventi in aula, sia con visite e attività presso gli ambienti naturali e le Riserve Naturali.
Gli alunni coinvolti nel progetto potranno svolgere un ruolo attivo nella salvaguardia della biodiversità e della fauna selvatica, diventando paladini dei boschi e custodi degli animali.

Contenuti: biodiversità, ecosistemi naturali, suolo, acqua, catena alimentare.
Metodo educativo: interpretazione naturalistica, piacevole, interessante e condivisibile, organizzata e con messaggi speciali. Coinvolgimento delle dimensioni emotiva, pratica e cognitiva.

 

scoiattolo satilizzato


Il concorso

Le scuole dovranno produrre elaborati che aiutino a comunicare alla collettività locale l’importanza della fauna selvatica, la possibilità di “Incontri selvatici” come emozioni forti e positive da accogliere nel cuore e nella mente, la riscoperta degli animali….i nostri più antichi compagni di sogni!
Gli elaborati saranno valutati da una apposita commissione che sceglierà, con giudizio insindacabile, il lavoro migliore per ogni categoria di scuole.
Alle prime tre classi vincitrici verranno offerti i seguenti premi:
Scuola primaria: omaggi dal CFS e festa di premiazione in una Riserva Naturale;
Scuola secondaria di primo e secondo grado: soggiorno naturalistico in una Riserva Naturale del CFS.

 

foglioline stilizzate


Modalità di partecipazione al concorso

La scuola che vuole partecipare al progetto, individua le classi ( qualora la scuola avesse un numero esiguo di alunni un gruppo interclasse) di massimo 30 alunni cad., compila il modulo di adesione al progetto e lo invia all’UTB di competenza territoriale entro il 15 novembre 2016.

 
Condividi su:
Seguici su: